DIPENDENTI-IMPRENDITORI: Come partecipare alla crescita della propria azienda

Venerdì 3 maggio 2019

Orario: 9-13 e 14-16

 

Imprenditori sono quegli individui pronti a scoprire una certa opportunità, a svilupparne l’idea e a metterla in pratica. Devono quindi ideare una strategia d’azione adeguata. Sai come partecipare ai processi di innovazione nell’organizzazione della tua azienda? Sei consapevole del tuo contributo e lo comunichi in maniera efficace agli altri? Applicare l’approccio mentale dell’imprenditore anche da dipendenti, non è solo possibile, ma sta diventando un’esigenza per rimanere sul mercato del lavoro. Imprenditori si diventa, anche dentro l’azienda. Obiettivo del corso è valorizzare il talento imprenditoriale che i dipendenti posseggono.

 

Guarda il volantino!

 

ARCHECRONACHE DELLA VIA IULIA AUGUSTA

Racconto di un’ipotesi archeologica tra archeologia e digital storytelling

 

Iulia Augusta era il nome della strada che, in età romana, partiva dalla fiorente Aquileia e saliva verso Nord, passando per l’attuale Zuglio e portando al di là delle Alpi, nelle regioni del Norico. Per valorizzarne l’eredità, il DIUM ha promosso il progetto delle Archeocronache, curato dal prof. Matteo Cadario, finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e sostenuto da numerosi partner, tra cui Fondazione Aquileia, Musei FVGMuseo Archeologico Nazionale di Aquileia e SABAP FVG: associazioni, scuole, ma anche singoli appassionati sono stati invitati a creare contenuti narrativi, ricorrendo a vari mezzi espressivi e media, per raccontare la storia di questa strada e delle persone che l’hanno attraversata.

Il progetto si è propost di valorizzare l’eredità romana dell’antica strada che collegava Aquileia al Norico coinvolgendo direttamente i cittadini odierni della regione e invitandoli a partecipare a un concorso per restituire la voce agli antichi cives, ossia ai cittadini, e alle città romane situate sul percorso della cosiddetta via Iulia Augusta, da Aquileia a Iulium Carnicum.
Singole persone, associazioni e scuole saranno hanno prodotto, mediante instastories e stati Facebook, delle interviste “impossibili” alle vestige del passato romano. Hanno dato la parola a statue, reperti o edifici romani situati lungo l’antica strada costruendo così nuove narrazioni sul Friuli romano pubblicati nelle pagine Facebook e Instagram aperte appositamente, stimolando così, tramite i commenti e le condivisioni, una ulteriore disseminazione dei contenuti e del concorso. Le archeocronache sono state anche narrazioni testuali, veri e propri racconti o pezzi giornalistici, accompagnati da foto, oppure racconti visuali per immagini, fumetti o filmati, usando i vari strumenti di comunicazione disponibili. Gli archeologi dell’università hanno fatto da veri e propri consulenti scientifici, stimolando le loro narrazioni mediante tweet. Gli enti partner del progetto (Fondazione Aquileia, Musei FVG, SABAP FVG) hanno collaborato alla disseminazione e consentito accessi e/o uso di immagini per il concorso.

ll progetto è stato concluso dall’eventoArcheocronache della Via Iulia Augusta. Racconto di un’ipotesi archeologica tra archeologia e digital storytelling“, una serata cui hanno partecipato – oltre al prof. Cadario – i docenti del DIUM Mariapia Comand, Andrea Mariani e Marina Rubinich, nonché Elisa Sartori (Archeologa), Marialuisa Antonini (Social media manager), Lisa Cadamuro (Copywriter), Cecilia Cappelli (Grafica), Alessio Fabro e Federico Millevoi (Filmmaker) e Steven Stergar (Digital Storytelling Lab).

L’evento è stato trasmesso venerdì 27 novembre alle ore 20:00 su Zoom.